Archivio digitale/Documentazione fotografica:
Restauro degli abiti funebri dei Medici


Digital Archive/Photographic documentation:
Conservation of the Medici Burial Clothes

Introduzione all’Archivio

La conservazione degli abiti di sepoltura di Cosimo I de’ Medici, della consorte Eleonora di Toledo e di uno dei figli Don Garzia è stato un progetto articolato e complesso, non solo per l’aspetto esecutivo quanto per tutto ciò inerente la documentazione. A conclusione dell’intervento di conservazione, durato 10 anni, il lavoro di documentazione è proseguito per diversi altri anni finché l’intero corpus di materiale fotografico (nella forma di circa 4000 diapositive 35 mm a colori) è stato catalogato e digitalizzato per consentirne la fruizione.

Introduction to the Archive

The conservation of the clothes in which Cosimo I de’ Medici, his wife Eleonora di Toledo and one of their son Don Garzia were buried was a long and difficult project, not only to execute but also to document.The interventions took ten years to complete but the documentation procedure continued for many more years thereafter until the entire corpus of photographic material (in the form of circa 4000 35mm color slides) was catalogued and digitized for future consultation.
L’archivio digitale fotografico digitale è costituito da tre principali nuclei di diapositive: quelle di Janet Arnold, di Mary Westerman Bulgarella e di Marcello Bertoni. Dopo la morte di Janet Arnold nel 1998, le sue diapositive furono ereditate da Mary Westerman Bulgarella con l’impegno di donarle alla Galleria del Costume di Palazzo Pitti, Firenze (dove sono conservati gli abiti funebri), nei modi e nella forma che avesse deciso, dopo averne fatto l’uso più opportuno a propria discrezione. Unica condizione del lascito, una volta in possesso della Soprintendenza, era la possibilità di essere sempre consultabile da tutti senza oneri.
The digital photographic archive is the result of the unification of three principle photographic sources: those taken by Janet Arnold, by Mary Westerman Bulgarella and by Marcello Bertoni.Soon after Janet Arnold’s death in 1998, her slides were bequeathed to Mary Westerman Bulgarella with the stipulation that when she had used them for whatever purpose she deemed fit, they would be donated to the Galleria del Costume in Palazzo Pitti, Florence where the burial garments are conserved. It was also specified that the photographic material, once in the possession of the Soprintendenza, would be available to all for future consultation at no charge.
Fu chiaro fin dall’inizio che le immagini delle diapositive non sarebbero state di alcun significato ed uso senza una appropriata catalogazione con relativa descrizione al fine di contestualizzarle come documento del restauro. Le diapositive sono state pertanto catalogate, numerate ed inserite in appositi fogli rigidi a loro volta numerati. Nell’archivio digitale, su ogni scheda è riportato il numero del foglio nel quale si trova la diapositiva.
It was apparent from the onset that the slides and their images would be of no use unless they were put into some sort of order and given descriptions which would contextualize them as documents.Therefore the slides were catalogued, numbered and inserted into rigid transparent slide sheets which were also numbered.Each catalogue entry of the digital archive also gives the number of the slide sheet where the individual slide is located.

Infine per soddisfare i moderni sistemi di fruizione delle informazioni, tutte le immagini delle diapositive sono state scannerizzate e collegate a ciascuna scheda. L’archivio digitale è stato oggetto ditrasformazione informatica con la finalità di essere immediatamente consultabile come desiderio di Janet Arnold sul web.

Nel 2006, alla conclusione della realizzazione dell’archivio digitale, si è ritenuto di consegnarlo ufficialmente alla Soprintendenza e quindi alla Galleria del Costume di Palazzo Pitti, in occasione del decimo anniversario della scomparsa di Janet Arnold. Pertanto, il 6 novembre 2008, durante Costume Colloquium: tributo a Janet Arnold, è avvenuta la consegna simbolica al Soprintendente speciale per il Patrimonio storico, artistico ed etnoantropolgico e per il Polo Museale della città di Firenze. Nell’Aprile del 2010 si è poi formalizzato l’atto di donazione ed è avvenuta la consegna fisica dell’archivio alla Galleria del Costume.

In order to satisfy modern systems of online research, each slide image was scanned and paired up its catalogue entry. Thus the entire digital archive has been uploaded on the web so it can be readably consulted as was the desire of Janet Arnold.

In 2006, at the conclusion of the digital archive’s creation, it was decided to officially consign the material to the Soprintendenza and the Galleria del Costume at the Pitti Palace on the occasion of the 10th anniversary of Janet Arnold’s death. Consequently on November 6th, 2008, during the conference Costume Colloquium: A tribute to Janet Arnold, the symbolic transfer to the Soprintendente speciale per il Patrimonio storico, artistico ed etnoantropolgico e per il Polo Museale della città di Firenze too place. In April of 2010 the official donation agreement was made and the physical archive was delivered to the Galleria del Costume.

In data 12 maggio 2010 è poi stata trasmessa la autorizzazione alla messa online dell’archivio digitale (Prot. 0/11 – 3300) su concessione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali con divieto di ulteriori riproduzioni o duplicazioni con qualsiasi mezzo. L’utilizzo delle immagini dell’archivio, aventi per oggetto beni dello Stato, resta subordinato all’autorizzazione della Soprintendenza.
As of May 12th, 2010 the authorization for the digital archive to be placed online was given (Prot. 0/11 – 3300) by the Ministero per i Beni e le Attività Culturali which prohibits further reproduction or duplication of the images by any other means.The utilization of the archival images, which are now property of the State, remains subject to authorization by the Soprintendenza.

 

 


Ogni diritto sui contenuti del sito è riservato ai sensi della normativa vigente.
La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione, totale o parziale, di tutto il materiale originale contenuto in questo sito
(tra cui, a titolo esemplificativo e non esaustivo, i testi, le immagini, le elaborazioni grafiche) sono espressamente vietate in assenza di autorizzazione scritta.

All Images on the Website are properties of its Image providers.

L'archivio digitale è stato pubblicato online su questo sito su concessione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali (Prot. 0/11 -- 3300) con divieto
di ulteriori riproduzioni o duplicazioni con qualsiasi mezzo.L'utilizzo delle immagini dell'archivio, aventi per oggetto beni dello Stato,
resta subordinato all'autorizzazione della Soprintendenza.

The digital archive, which has been published online with permission from the Ministero per i Beni e le Attività Culturali (Prot. 0/11 -- 3300), prohibits
further reproduction or duplication of the images by any other means. The utilization of the archival images, which are now property of the State, remains
subject to authorization by the Soprintendenza.

Copyright © 2008